Bufala : Bergoglio è il papa nero

di | 24 Giugno 2013

Ho trovato questa notizia che dice che Jorge M.Bergoglio ,l’attuale Papa,è il papa nero della Profezia.
Sbufaliamola:

VATICANO – Habemus Papam. Mentre il mondo festeggia per l’elezione del Cardinal Bergoglio al soglio pontificio c’è chi ricorda le varie profezie di Nostradamus e di Malachia sulla fine del mondo e sul papa nero. Perché? Per una semplice ragione, perché Papa Francesco I non è solo il primo pontefice del Sud del Mondo, anzi, della fine del mondo, come ha detto lui stesso ieri
La profezia di Malachia è quasi sicuramente falsa.Bergoglio poi non è nero,e la maggior parte degli argentini è bianca o meticcia.

 E’ anche il primo papa che appartiene all’ordine dei Gesuiti. E quindi? Nessun problema, se non fosse che il Superiore dei Gesuiti, attualmente lo spagnolo padre Adolfo Nicolás, viene proprio chiamato il “papa nero”. Per il colore della tonaca, ma anche per la durata a vita dell’incarico e l’influenza che gli appartenenti dell’ordine possono vantare all’interno del cattolicesimo.
Lui non è Superiore dei Gesuiti,è solo un gesuita.È come dire che tutti i russi sono un po’ calvi e biondi solo perché lo è Putin

Subito dopo l’elezione si scoprono anche diverse ombre sul passato di Papa Francesco I. A quanto pare fu vicino alla dittatura Argentina. Le credenze che l’arrivo di un Papa nero segnerebbe l’avvicinarsi della fine del mondo sono legate agli scritti di Nostradamus, ma anche alla Profezia di Malachia. In realtà una patacca tornata molto in auge dopo le dimissioni di papa Ratzinger, secondo cui Benedetto XVI sarebbe in realtà stato il penultimo papa. Il suo successore, Francesco I, a questo punto, sarebbe stato l’ultimo. Dopo di lui la distruzione della città di Roma e, con molta probabilità, alle fine del mondo.
Alla fine si è appurato che Bergoglio non ha avuto rapporti con la dittatura e Videla.La profezia di Malachia è una cazzata  e poi parla di un ultimo papa,non del 112°

Se queste profezie vi sembrano un po’ campate in aria, è invece un fatto il potere che l’ordine dei gesuiti vanta all’interno della Chiesa cattolica. L’ordine fu fondato da Sant’Ignazio Da Loyola e approvato da Paolo III nel 1540. Lungo i suoi cinque secoli di storia l’ordine è stato spesso visto come una forza a volte in forte concorrenza con la curia papale. Clemente XIV arrivò a sopprimerlo nel 1773 e i gesuiti vennero ricostituiti da Pio VII nel 1804. In una Europa culturalmente divisa dalla scisma di Martin Lutero i gesuiti si posero l’obiettivo di evangelizzare le Elite della società. Vollero dialogare con re e diplomatici, furono capaci di confutare le tesi dei maggiori filosofi, di discutere da pari a pari con scienziati e artisti, caricandosi sulle spalle il peso di una «mondanità» che per qualcuno forse non dovette essere poi così pesante.
Questo è assolutamente vero,e non riesco a capire cosa centri con il papa nero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *