Bufale elettorali

di | 31 Maggio 2014

Nel periodo elettorale girano numerosi appelli di vario tipo.
In questo post verranno analizzati i più comuni (se volete farne analizzare altri commentate il post).
Cominciamo:

Non votare per 5 elezioni comporta la perdita del diritto al voto.
Non è vero. La Legge, che potete trovare qui, non prevede questa eventualità. Fino a qualche anno fa però la mancanza veniva annotata nel Certificato di Buona Condotta.

Se non ho votato non posso candidarmi.
No, la Legge ha dei casi di impossibilità all’elettorato passivo, ma sono circostanze eccezionali.Quindi potete non votare per 60 anni e svegliarvi a 78 anni e candidarvi a Sindaco.
Se non voto per 3 anni perdo il diritto al voto.
Questa l’ho trovata su Yahoo Answers.È falsa ,ed essendo le elezioni ordinariamente ogni 5 anni (a volte però ci sono le Europee in mezzo) dovremmo aver tutti perso il diritto di voto.

Si può togliere il Crocifisso nel Seggio.
Vero. Il Tribunale di Perugia si è espresso in questo senso. Per più informazioni vi rimando al sito apposito UAAR.

La scheda in bianco va alla maggioranza.
Assolutamente falso. I seggi vengono dati in base ai voti validi,e le schede bianche non sono voti validi. Idem per le schede nulle.
Però attenzione, le bianche sono più manipolabili di una nulla.

Le persone con disabilità mentale possono votare.
Vero. In effetti la quasi totalità delle persone con problemi mentali può votare, ma con con il voto assistito. Se vi interessa l’argomento ecco un link interessante.

Votare con la penna annulla il voto.
Vero. Per legge si può votare solo con la matita copiativa (più difficile da cancellare della Biro) che viene fornita al seggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *