Pandora : La console portatile Potente e Open

di | 10 Giugno 2014

Ormai il mondo delle console portatili è dominato da Nintendo con i suoi DS (NDS, DSi e 3DS) e da Sony con la PS Vita (la PSP ormai è vecchiotta, anche se a me piace ancora), ma c’è un terzo concorrente molto interessante, cioè Pandora.

Pandora è una console con processore ARM ed è dotata di un sistema Linux.
Questo sistema supporta l’emulazione di quasi 120 piattaforme (tra cui NES, NDS, PSP, C64, Spectrum, Gameboy, Android e ha MAME) e supporta , ovviamente, anche molti programmi tipici del PC Linux.
Esteticamente è simile a un Nintendo DS, ma internamente ha una tastiera qwerty, i pad e tasti per giocare, e uno schermo Touch screen (800×480).
Per la memoria avrete spazio per due SD da massimo 128 GB ciascuna (anche se probabilmente verrà rimosso il limite).
Quindi OpenPandora,sostanzialmente,è un Mini PC portatile adatto al retrogaming e non solo (DS e PSP non sono molto retrogaming) e all’arcade, ma anche all’uso normale,grazie al sistema Linux normalissimo incluso nella console.
Pandora è disponibile in 3 versioni:
Classic
La prima, ha hardware poco potente, ma funziona. Non ve la consiglio, c’è di meglio. Ha 256 MB di RAM e 600 MHz di processore
Rebirth
È la Classic con delle migliorie non trascurabili. Non è il top, ma posso anche consigliarla. Vede il raddoppio della RAM.
OpenPandora 1 GHz
Questo è il top di gamma dotato di molta RAM (512 MB) e di un ottimo processore da 1 GHz, e notevoli migliorie. Ve la consiglio caldamente.
L’unica pecca di Pandora è il prezzo, che può risultare alto, specie per il top:
Pandora Classic : 239€
Pandora Rebirth : 340€
Pandora 1 GHz : 499€ (in Megapack a 460€)
Devo ammettere che sia come video giocatore,sia come ammiratore del Software Open questa console mi intriga molto e a mio avviso ha molte più potenzialità della concorrenza.
Per più informazioni e anche video potete andare sul sito ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *