Antibufala : Le bande di romeni e i portachiavi

di | 17 Ottobre 2014

Gira, anche in forma cartacea, questo  “simpaticissimo” appello:
ATTENZIONE!!
In questi giorni nelle aree di parcheggio e nei distributori di benzina alcune persone vi regalano gratis portachiavi per la macchina o la moto,
NON ACCETTATELI ASSOLUTAMENTE O BUTTATELI VIA!
Al loro interno c’è un microchip che segnala la vostra presenza in casa, quando uscite loro sono al corrente di dove vi troviate in quel preciso momento e possono entrare nella vostra abitazione senza preoccupazioni.
Questa è l’ultima pensata di alcuni malviventi dell’Est Europa per fare furti nelle nostre case. Da fonte sicura…..

 Sentite muggire?
Ebbene sì, è una bufala. In primis perché l’ha già sbufalata l’eccellente Paolo Attivissimo, poi perché il sito della Polizia di Stato, citato in una versione leggermente ediversa (che trovate nel post di Attivissimo) non da notizia alcuna.

Poi notare “da fonte sicura”. Le fonti vanno specificate, e il “da fonte sicura” è una garanzia pari al “lo dice il tizio quello sempre ubriaco e sporco di polvere bianca che non è farina”.
Inoltre il chip sarebbe estremamente complicato (dovrebbe essere grosso per lo meno quanto uno smartphone piccolo) ed avere una batteria che non si scarichi in due ore. Poi dovrebbe trasmettere i dati, e non è facile come pensano molti (e come molti sanno, nelle case il GPS fanno tutto meno che prendere)
Poi come fanno a sapere se l’apparecchietto è in mano vostra, in un cassetto o dal figlio agli allenamenti? Non possono, banalmente.
Quindi è una bufala palese e facilmente sbufalabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *