Angela Game: Il primo gioco per PC

Giochi , Storia Gen 20, 2015 1 Comment

Oggi farò un post particolare, un misto di storia e di recensione. E recensirò il primo gioco per PC: l’Angela Game del 1965.
Angela Game non può fregiarsi del titolo di videogioco, dato che non usa un monitor (tranne se contate le due lampade della macchina come monitor), infatti anche il coinventore della P101, Garziera, lo chiama semplicemente gioco.
Storia
Un po’ di storia ci vuole: Negli anni ’60 il computer era un qualcosa di impenetrabile e anche associato alla guerra nucleare.  Perotto, per avvicinare il pubblico alla macchina e rendere la P101 meno “cattiva” creò questo giochino. Alla presentazione di New York venne battuto spesso dal computer, e ciò diede occasione agli annunciatori Olivetti di mostrare la potenza della macchina.
Il Gioco
Se siete venuti qui solo per fare un gioco diverso è il vostro momento: Praticamente dovete fissare una meta e tentare di raggiungerla senza superarla. Il computer ha lo stesso obiettivo. Chi sfora perde. Non si può giocare il numero giocato precedentemente dall’avversario ne quello sulla faccia opposta del dado.
Piccoli appunti personali
All’inizio provai il gioco per interesse storico, ma mi ci sono appassionato. Sembra molto facile, ma in realtà è molto difficile (Perotto, che aveva due lauree in ingegneria, perdeva spesso). Vi consiglio di provarlo: è divertente e richiede molto ingegno.
Per ora non ho ancora vinto… Anzi, se vincete iscrivetevi a IS, mettete uno screenshot e mi complimenterò personalmente con voi 🙂
Potete provare Angela game in questo link sul sito dedicato a Pier Giorgio Perotto.
Anche il sito del [email protected] offrirebbe un simulatore in Excel, ma non l’ho trovato…
Aggiornamento 16:35 1/3/2015
Stiamo sviluppando su IS una versione moderna di Angela Game, tutti i dettagli qui.
Inoltre la simulazione sul sito di Perotto non si trova e l’ho rimessa online in copia.

Mike Sciking

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *