Rdio smerda Apple. LOL

di | 1 Luglio 2015

Ogni occasione in informatica è buona per farsi due risate: Soprattutto quando una azienda che quando fa una riedizione di un OS con due funzioni in più lo definisce il più innovativo di sempre e quando partorisce un PC che per qualche mese batte la concorrenza si autodichiara inventrice del PC. Un po’ come se MS dichiarasse che dato che Apple a 600€ ti vende un iPhone castrato ingrandito e loro a 1000 un PC serio l’hanno inventato loro il tablet degli anni 2010. Follia pura, ma se sei Apple puoi. Apple per l’uscita del PC IBM (che alla fine ha fatto la storia assieme ai suoi cloni e l’Apple si è accontentato di un ruolo marginale). ha creato una pubblicità. Vediamo l’immagine:

Se sapete l’inglese leggetela, è un manufatto abbastanza comico nei suoi errori che probabilmente vi farà passare la voglia di comperare prodotti con la mela per qualche tempo… Dato che il computer l’ha inventato Zuse nel 1939 dovevano aggiungere commerciale per arrivare al 1946. Poi si attribuiscono l’invenzione del PC. Come probabilmente saprete i PC c’erano da 12 anni, e i PC più “personali” da circa due anni (anche se il primo ad avere successo uscì pochi mesi prima dell’Apple II: Il PET di Chuck Peddle). O il marketing di Apple viveva sul pero scollegato dal mondo o erano in malafede. Ma la cosa comica è che adesso che Apple si sta lanciando nel campo della musica in streaming, una società, Rdio, ha risposto a modino:

Welcome, Apple. Seriously.
Welcome to the most exciting and important frontier since the digital music revolution began 16 years ago.
We look forward to responsible competition in the massive effort to make music available legally for anyone to enjoy anytime, anywhere.
Because what we are doing is increasing the value of music by enhancing each individual’s experience with music they love.
Welcome to the task.
Una parodia bella e buona della pubblicità Apple 😀
Ad essere superbi non si guadagna nulla e si viene, appunto, smerdati. Anche dopo 34 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *