Attenti alle pagine che vendono vestiti su Facebook!

di | 26 Febbraio 2021

Non faccio un articolo su tutte le possibili truffe che mi capitano sottomano, però questa l’ho vista da varie persone e penso sia meglio lasciare una traccia.

Dellaspiga shop è una pagina Facebook che vende abiti di recente creazione. Tuttavia le lamentele fioccano e quasi tutti denunciano di aver ricevuto prodotti completamente diversi rispetto a quelli acquistati e totale indisponibilità a fare un rimborso, con blocco dalla pagina per chi lo chiede.

Purtroppo, oltre alle segnalazioni, sono numerosi gli indizi di truffa, tra cui:

  1. L’assenza di un sito web o di un qualsiasi contatto al di fuori di Facebook
  2. L’assenza del numero di Partita IVA o Ragione Sociale
  3. La foto profilo è assolutamente generica, non collegata chiaramente a un marchio
  4. Le foto dei prodotti sono prese direttamente da altri siti

Da soli questi indizi valgono poco (uno potrebbe usare foto di prodotti “standard” perché si vedono meglio o avere un marchio generico perché vende per contro altrui) ma insieme sono un forte indice che qualcosa non va.

Ma non è l’unica pagina a seguire questi schemi, come fa notare la pagina “Truffe Striscia Online” (il cui intento è apprezzabile ma la particolare emulazione del logo della Polizia Postale meno): anche pagine come “DIVA STORE”, “GMShop”, “Ricamificio Firenze” o “MeryStore boutique” seguono lo stesso pattern: poche foto, durata effimera e testi brevi.

Se posso darvi un consiglio, evitate qualsiasi shop che:

  • Non abbia almeno un sito collegato o altre informazioni di contatto
  • Non dia informazioni sulla propria ragione sociale o P.IVA
  • Non offra un tipo di spedizione garantita (in questi casi è meglio una carta di credito che un contrassegno, ad esempio: la carta può sempre rimborsare)
  • Abbia immagini estremamente generiche e non un marchio proprio nell’identità della pagina (profilo, copertina…)
  • Usi immagini presenti su altri siti (si può verificare con Google Immagini, se sapete farlo)

Non fidatevi di cose come i like, facilmente modificabili, e soprattutto se venite truffati non abbiate paura di denunciare alle autorità competenti, che hanno i mezzi per risalire a chi fa queste cose.

Inoltre consiglio anche, per chi fosse seriamente interessato al tema, l’adesione a questo gruppo che tratta proprio casi di truffe nel settore dell’abbigliamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.