Guida ad Internet : Il P2P

di | 18 Agosto 2013

In questo post voglio parlare del P2P.Adesso qualcuno mi dirà: “Ma non è illegale?” No,non è illegale.

È illegale se scaricare l’ultimo singolo dei petulanti gruppetti di oggi (è anche da masochisti,oltre che illegale,ma questo non è luogo adatto a questo tipo di discussioni) o per scaricare un film sì,ma se scaricate come molti la nuova versione di Ubuntu (o del Kernel Linux),una canzone o un film nel pubblico dominio o con licenza che lo consenta,è assolutamente legale (in teoria è legale anche scaricare film per esercitare il diritto di citazione,ma potete usare solo qualche spezzone).
Terminata la parte legale (e musicale) passiamo all’informatica e ad internet.
Esistono tre protocolli principali per il P2P.
Edonkey,KAD e Torrent (Esiste anche Gnutella,ma non ci sono moltissimi file).
I software principali per il P2P sono BitTorrent (Torrent) e eMule (KAD e Edoneky).
Esistevano due comodissimi client che si chiamavano Lphant e Shareaza che consentivano di stare su più reti (Edonkey,KAD e Torrent Lphant,KAD,Edonkey,Torrent e Gnutella Shareaza) ma non hanno fatto una bella fine (googleate i nomi dei software e Discordia LTD).
Il miglior protocollo è il Torrent,per il semplice fatto che sulla altre reti se un file è scaricato da 1000 utenti,ci metti molto a scaricarlo,mentre con i Torrent ci metterete pochissimo.
Se siete nella felice élite dei Linuxiani o dei Macchisti avete un software per i Torrent integrato,che si chiama Transmission,ma non permette la ricerca.
Io per i Torrent uso Ares Galaxy su Windows e qBitTorrent su GNU/Linux (ma va anche su Mac OS X) 
Per i protocolli Edonkey e KAD vi consiglio eMule se siete –Winzozziani– Windowsiani (lapsus) e aMule se siete nella sopracitata élite 
Ciao da Sciking,e non piratate 🙂
PS Si può scaricare anche da IRC,ma non è P2P vero e proprio,ma ne parlerò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *