Quando Apple voleva il design italiano

di | 16 Dicembre 2014

Una delle aziende più note per il design oggi è Apple.
E se vi dicessi che a Cupertino volevano un designer italiano?
Non scherzo, parlo di Mario Bellini.
Bellini è un grande designer e la sua storia si intrecciò già con quella informatica grazie alla Programma 101. Bellini continuò a progettare macchine da scrivere e calcolatrici per l’Olivetti.
Ma un giorno ricevette una chiamata potremmo dire inusuale. Lo chiamò Steve Jobs.
Voleva proporgli una collaborazione, ma lui era sotto contratto con Olivetti, quindi rifiutò.

Olivetti Quaderno

Jobs riuscì anche ad incontrare Bellini, e secondo Art Molella, direttore di un istituto sull’innovazione statunitense, egli si ispirò allo Stile Olivetti. Ma in generale l’informatico statunitense amava il design italiano (tanto da visitare l’Olivetti negli anni ’90).
Comunque Bellini non si è pentito di rimanere qui, anzi…  🙂

Insomma, la storia di Ivrea e quella di Cupertino si incrociano, e il design della Apple è, in un certo senso, italiano.

Fonti
http://www.linkiesta.it/olivetti-steve-jobs
http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2012-10-05/quellitaliano-jobs-iphone-ipad-124202.shtml?uuid=AbJpktoG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *