Nella mente degli Applefag: Flash, YouTube e Jobs

di | 29 Gennaio 2015

YouTube in questi giorni ha rimosso il supporto in via principale ad una tecnologia ormai obsoleta: Flash di Adobe. E la reazione dei fag/fan Apple è stata la solita: Ricordare che Apple ha fatto la stessa cosa nel 2007 e che Steve Jobs è un visionario avanti a tutti. Ma proprio a tutti.
Per chi non lo sapesse iPhone, per motivi facilmente intuibili, non aveva Flash: già all’epoca un colabrodo. Era pesante (il primo iPhone era una quasi una calcolatrice che telefonava, non era potente), consumama batteria e aveva alternative solide, oltre ad una tecnologia (a cui Apple contribuì) che oggi chiamiamo HTML5. Ma ai fa* non interessa, l’importante è idolatrare Steve Jobs. A questo punto perché non elevare a visionari i produttori di Opera e Firefox che negli ormai lontani anni 2000 non integrarono nei loro browser ActiveX di Microsoft, usato da molti siti, riuscendolo negli anni a farlo decadere? Perché Jobs è un visionario ma la comunità di Mozilla non lo è? E praticamente hanno fatto la stessa cosa. E perché il visionario è Jobs e non gli ingegneri del software iPhone?
 L’equità non è il loro forte…
Ovviamente ho fatto dei meme per la pagina FB, pubblicati in rapida successione come se fosse un discorso:

Perché se sei Steve Jobs ti basta dire un monosillabo per diventare un visionario, se sei un ingegnere italiano che, con netta ostilità dell’azienda, tenta di cambiare il mondo no…

2 pensieri su “Nella mente degli Applefag: Flash, YouTube e Jobs

  1. Il Sesto Demone

    Perchè quando distribuivano cervelli, gli Applefag erano in fila per l’ultimo iPhone

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.