Linux, e se fosse migliore per l’utente medio?

di | 20 Giugno 2015

Tendenzialmente nella classificazione dei sistemi Windows riceve il posto di adatto a tutti e Linux del sistema degli hacker, dei programmatori e dei PC poco potenti. Ma ho da ridire.
Infatti esistono molte distro Linux molto più intuitive di Windows.
Dobbiamo valutare una cosa: Windows è un sistema che richiede attenzione per evitare tutta la feccia virale che gira sul web. E richiede anche costante manutenzione come defrag, scandisc e simili. In pratica per gestire Windows serve un laureato in ingegneria informatica 😀
E si appesantirà ugualmente, per via delle installazioni.Invece in Linux la parte dura è l’installazione: Se quella va (e spesso va subito inserendo il disco, ma esistono sempre i LUG 😛 ), dopo va tutto. Con pochissime preoccupazioni per virus, manutenzioni e simili. Un sistema più adatto a chi accende il PC ogni tanto per andare su Facebook a giocare, su YouTube o a guardare un video o su siti notoriamente infettanti (più che altro imbarazzanti, i tempi dei dialer son passati) rispetto a Windows dove anche con un uso normale si rischiano virus o grane non simpatiche.

Eppure molti continuano a tenere Windows, trovandosi adware su adware e con PC lenti.
Contenti loro, contenti tutti 😀

2 pensieri su “Linux, e se fosse migliore per l’utente medio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *