Intervista al fondatore della IATA

di | 13 Maggio 2016

La IATA è un’alleanza di Admin su Telegram, e oggi conta molti membri al suo interno. Oggi intervisteremo il fondatore Lollofra.

“Prima domanda:Come mai hai fondato IATA?”

“Ho fondato IATA perche in un periodo neanche troppo lontano di quest applicazione, parlo del periodo antecedente l’ aggiornamento del multi-admin, perciò prima del 25 novembre.
I gruppi di telegram (non solo italiani) venivano più e più volte abbattuti e/o vandalizzati, io con IS un gruppo che amministro ho subito parecchi attacchi e per avere maggiori informazioni su quest ultimi ho deciso di incominciare a entrare in contatto con admin di altri gruppi.
Questo permise di prevenire attacchi sia a me che a loro, allora mi sono chiesto perche non fare tutto questo su larga scala con un gruppo per gli admin di gruppi.”

“C’è qualcosa nato nello IATA di cui sei particolarmente orgogioso?”

“Sono fiero del progetto in se, ma sopratutto della sua professionalita e di come alcuni admin hanno compreso a pieno lo spirito collaborativo.
Un altra cosa che mi fa comprenderi di fare un ottimo lavoro è vedere gruppi shitstormer come @gorestorm o @shitstorm8 arrabbiarsi per il nostro lavoro attaccandoci o segnalando il nostro canale.”

“Pensi che la IATA prima o poi dovrà “stringersi” e diventare una sorta di federazione di gruppi o va bene così?”

“No, lo scopo è essere il più pubblici possibile, il motivo per cui il gruppo non è pubblico è perchè in italia c’è un alta presenza di “utenti indesiderati” e sia per questo che per motivi di gestione non abbiamo un gruppo pubblico come i nostri colleghi del WhoToBan Project, ma permettiamo comunque le segnalazioni dall esterno.”

“Qualcosa di IATA che cambieresti?”
“Attualmente nulla, se c’è qualcosa da cambiare, la cambiamo”

“Ti piacerebbe una IATA Europea? Aderiresti?”

“Sinceramente se esce fuori una cosa simile all INTERPOL con i fondatori e vice delle varie organizzazioni nazionali aderirei subitissimo, ma come è un po un utopia quella che abbiamo realizzato noi, questa è un utopia alla seconda.
Ma resto comunque interessato a collaborare con le organizzazioni di altre nazioni, ad esempio un progetto interessante con cui collaborare è l’ ANTI CP (il nome dice tutto)”

“Invita i lettori ad iscrivere il proprio gruppo allo IATA ;)”

“Se avete un gruppo telegram e vi piace collaborare vi consiglio caldamente di cooperare con noi.
Se invece non siete interessati a collaborare ma volete solo un gruppo più sicuro, potete utilizzare i nostri servizi:
@IATABlackList Dove segnaliamo gli utenti indesiderati
@Samus_Aran Un BOT admin con integrata la lista sopra e che vi permettera di rendere più sicuro il vostro gruppo.
Se volete maggiori informazioni visitate il nostro sito http://iata.ovh/ oppure scriveteci a info@iata.ovh”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *