Come e perché ho fatto da me il mio tema WordPress

di | 15 Gennaio 2018

Oggi intervisteremo Kurumo, admin di Hexatech nonché autore del tema del proprio blog.

Ciao Kurumo! Che siti gestisci?

Uhm salve. Beh, innanzitutto i 3 che sono pubblici e pubblicizzati (più o meno): gogdl.zone, repack.pw e kurumo.pw.

Poi ho una caterva di siti che uso come test, cazzeggio etc, che non sono pubblicizzati, o per lo meno li conoscono solo quelli a cui faccio vedere le cose che faccio..

Gogdl è un sito molto interessante, sia a livello di contenuti sia per il tema. L’hai sviluppato tu? Come hai fatto?

Gogdl è il mio piccolo mondo. Magari per qualcuno è immorale (e lo capisco), illegale (beh….).. etc.. Comunque. Il sito in se è su base WordPress (per una questione di praticità, più che altro.. dato che ci pubblico volendo anche più di 10 post al giorno (quando mi gira)..).. Il tema attuale non l’ho sviluppato io, o meglio, ho preso una base scarna (su Github, quindi codice libero, modificabile e gratuito per tutti) e me lo sono “costruito”… Come ho fatto? beh, olio di gomito, PHP, Bootstrap e Stack Overflow! 😀

Molte persone preferiscono usare temi preimpostati per il proprio sito web, cosa ti ha portato a creare un tuo tema?

Anch’io sono (ero) uno tra quelli.. più che altro perchè chi usa WordPress, per la maggior parte son utenti che non sanno nulla di programmazione, ergo i temi già pronti sono ottimi (chi più, chi meno).

Allora. Su repack attualmente ne uso uno già pronto (si chiama woohoo ed è su themeforest. io non dico nulla di più).. su gogdl, invece, fino qualche tempo fa ho usato un tema premade chiamato MELANIE (è gratuito e si trova sulla repository di wordpress), ed è fatto in bootstrap 3..

Quello che mi ha portato a fare un tema mio, oltre alla mia voglia di imparare php, è il fatto che ogni tema che provassi, è come se non fosse “mio”.. nel senso, c’erano cose che non mi andavano bene (sia estetiche che funzionali) e soprattutto andare a modificare il codice, mi veniva male (ogni dev ha un proprio modo di scrivere il codice), in quanto lo trovavo confusionario.. Perciò ho fatto il tema attuale, che rispecchia i miei (soggettivo) gusti e la mia necessità di usare bootstrap (in quanto già il plugin di shortcode (che io stesso ho fatto) usa solo componenti di bootstrap).. e non avere troppe cose inutili (visto che il sito ha un topic, un format ed una struttura di post ben precisa) nel codice.

Quando consiglieresti di creare un proprio tema come hai fatto tu?

Beh, se chi sta leggendo ora questo post è un dev o aspirante dev che usa WordPress si, altrimenti no.. o per lo meno, dipende.. c’è chi necessita di un tema complesso, deve andare su professionisti o temi premium stile themeforest.. ma se ad un utente “normale” non interessa nulla di farsi temi propri, dico che non si perde molto (e si risparmia molte lamentele al signore del piano di sopra :p

Domanda libera: Parla di ciò che credi possa interessare il pubblico riguardo il tema!

Prima di tutto devi avere le idee chiare su cosa fare, per lo meno, io avrò cambiato non so quante cose prima di arrivare al tema finale.. posizioni di testi, immagini, etc..

ovviamente non fare tutto sullo stesso sito in produzione, altrimenti son ca**i amari quando c’è il visitatore collegato. usa un dominio che nessuno conosce e fatti una copia pari pari del sito..

poi ovviamente non bisogna arrendersi ai primi errori.. io ad esempio tengo una scheda del browser con l’error log in realtime così da capire eventuali errori + debug attivo su wordpress..

in fine non cercate sempre la pappina pronta, altrimenti tanto vale usare i temi premade. sperimentate, sbagliate, cancellare e rifate.. l’importante è imparare dai propri errori (e quelli dei log XD)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *