Il PC dopo la Programma 101

di | 5 Dicembre 2014
il Datapoint

Dopo la P101 si apre per bene la strada dei PC.
L’anno dopo la Perottina Olivetti presenta la P102, una P101 collegabile a stampanti e plotter. Nel ’67 nasce la P203, con tastiera alfanumerica (una macchina da scrivere). A fine anni ’60 si vedono i primi PC americani, come l’HP 9100A (considerato da molti come prima calcolatrice scientifica) e il Kenbak-1.
Nel 1971 possiamo vedere un PC/terminale simile a quelli moderni: il Datapoint 2200. E nasce il microprocessore, che da una enorme spinta all’informatica di massa.

Nel 1973 vediamo il Micral, primo PC non da montare che utilizza il microprocessore. Inoltre alla Xerox nasce l’interfaccia grafica. Olivetti ritorna sul mercato con la P652 (e non abbandona la cartolina mangetica…)
Il 1975 fu un anno importante: Viene presentato un prototipo di PC portatile, l’IBM 510 , nasce la Microsoft e soprattutto avviene una rivoluzione che renderà molto più semplice la diffusione di massa, ma ve ne parlerò nella prossima “puntata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *