Computer Nella Storia: Cambridge Z88

di | 30 Maggio 2015

Clive Sinclair è famoso per l’home computer da lui creato, il Sinclair Spectrum, ma è un autentico visionario intraprendente e tentò la fortuna in moltissimi campi: Informatica, Veicoli, Calcolatrici. Se oggi abbiamo la nostra calcolatrice che sta in tasca è anche grazie a lui, per intenderci. Uno dei suoi computer più innovativi nacque dopo la cessione delle sue attività informatiche alla Amstrad. Era il Cambridge Z88, simile per certi versi all’Olivetti M10.Piccolo: Un A4, potente: mosso dallo Z80 della Zilog, leggero: meno di 1 Kg.

Il sistema operativo era un BASIC con molte applicazioni per la produttività come un Word Processor, un foglio di calcolo, calcolatrice e altre utilità.

La principale idea innovativa del computer era quello di non spegnersi mai: Ciò riduceva l’autonomia, ma permetteva al sistema di congelarsi e solo lo schermo veniva spento. Per salvaguardare il tutto c’era un condensatore che manteneva il compuer accesso quando si cambiavano le pile.

Tutto ciò, assieme alle ridotte dimensioni e ad altre soluzioni tecniche adottate, ha garantito un certo seguito al Cambridge Z88.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.