Computer nella Storia: Olivetti M10

di | 4 Maggio 2015

Da Wikipedia

L’Olivetti M10 era una macchina innovativa, molto piccola e leggera nell’epoca dei tasportabili che erano una valigetta. Derivato da un computer giapponese (Kyocera KC-85) è ritenuto il migliore tra i derivati per varie motivazioni (Design, Espanbilità, schermo mobile e altro): In pratica era il più moderno tra i portatili moderni dell’epoca. Venne presentato nel 1983.Utilizzava un BASIC della Microsoft, probabilmente scritto in gran parte da Bill Gates (leggenda narra che, nella versione americana, fosse il suo computer preferito) ed erano forniti nativamente vari software come un Word Processor, una rubrica, una agenda e un programma di comunicazioni per collegarsi, via accoppiatore acustico, alle BBS. Aveva molta RAM per l’epoca (24, espandibile a 34, di cui poco più di 2 KB occupati dal sistema) ed era alimentato da quattro pile stilo che potevano fornire più di un mese di autonomia, se usato con parsimonia.

Era collegabile a molte periferiche esterne (miniplotter, lettore di codici a barre e cassette). Le caratteristiche più notabili sono la tastiera italiana QZERTY e la RAM non volatile, cioè che non si perdeva ad ogni riavvio. Costava 1 milione di Lire in versione base e 2.4 milioni di Lire per la versione superaccessoriata.

Esiste un emulatore della versione americana, che supporta anche l’M10.

Schermata del 2015-05-04 14:35:46

Un pensiero su “Computer nella Storia: Olivetti M10

  1. Luca Jibo

    Buongiorno

    sono l’autore di numerosi Giochi per OLIVETTI M10 fino al 1992
    Qui l’unico mio video dimostrativo fin’ora su You Tube:

    https://www.youtube.com/watch?v=sUKimxlPnzQ

    OLIVETTI M10 – ALL GAMES written by LUCA JIBO 1992
    The BEST GAME ever made for OLIVETTI M10

    Credo siano i GIOCHI più EVOLUTI mai programmati per OLIVETTI M10 e cloni similari in descrizione nel video.

    Sono disponibile a rendere pubblici i LISTATI dei programmi e soprattutto i file audio Mp3 per caricarli su OLIVETTI M10 via porta cas/audio, basta un semplice adattatore DIN vs JACK.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *