Consigli per potenziali programmatori

di | 28 Maggio 2015

Molte persone vorrebbero imparare a programmare, anche solo a livello di base.
Se siete tra queste vorrei darvi i miei personalissimi consigli per arrivare a programmare. Iniziamo

Per prima cosa dovete scegliere un linguaggio. Evitate come la peste il Visual Basic: Andava bene 5 anni fa, ma oggi è obsoleto. Piuttosto valutate le vostre ambizioni: Se mirate alla matematica scegliete il Python, se preferite una migliore gestione di testi il Ruby.Se preferite imparare la logica provate un linguaggio a blocchi come Snap!, che comunque è sempre utile per migliorare la logica programmatoriale.

Anche il C è bello, ma per iniziare forse è un po’ esagerato. Per confronto vi posto un Hello World (programma di test tradizionalmente usato dai programmatori) in Python e C:

C:
#include <stdio.h>
int main() {
printf ("Hello world!n");
return 0;
}

Python:
print("Hello world")

La differenza è palese: Il C fa capire meglio come funziona ciò che c’è sotto, ma per la maggior parte delle cose sarà una complicazione inutile. E’ anche vero che in  C potreste scrivere anche un sistema operativo mente in Python è semplicemente impossibile, ma per iniziare bastano e avanzano linguaggi semplici.

Scegliete anche degli strumenti buoni, possibilmente con colorazione del testo. Personalmente su Linux uso Pluma, editor integrato con il DE MATE.

Se seguite un corso online seguite anche gli eventuali esercizi, ma non limitatevi a ciò: Fate ciò che vi appassiona: Alla fine anche i più grandi programmi sono insiemi di piccole e semplici istruzioni. Se volete altre sfide provate a chiedere su gruppi di informatica o ad amici. Oppure a portare software ad altri linguaggi di programmazione (I miei software su GitHub, semplici, sono un buon punto di partenza).

E, mi raccomando, divertitevi. Quella è la cosa più importante e vi darà la passione necessaria 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *