Programmiamo la Programma 101!

di | 28 Luglio 2015

Salto condizionato

Come da nome, il salto condizionato avviene solo se c’è avviene una determinata condizione. L’idea di base, specie con la tabella, è simile a quella dei salti incondizionati, ma permette alla P101 di compiere delle scelte.

La scelta, nel caso della P101, è solo tra maggiore di zero e minore o uguale a zero, a meno di operazioni non trattate qui, in quanto inadatte ad un manuale per imparare la programmazione a livello medio.

Vediamo un semplice programma che, una volta immesso un numero, lo sottrae di uno e stampa il numero ottenuto fino a zero.

A V    inizio programma
S    immissione numero
B <M   M in B
cost 1
C <M   M in C
B >A   B in A
B/W    Salto condizionato
C -    A - C
A #       stampa a
C/W    fine salto
V    fine programma

Qui la condizone zero va bene. Ma se servisse una condizione diversa? Che si fa?

Pensate: x > 5 dal punto di vista matematico cos’è? Una disequazione. Che è perfettamente equivalente a x – 5 > 0 . Quindi basterebbe immettere cinque in un registro, fare la sottrazione e si avrà il salto condizionato con la condizione che si vuole.

Vediamo un semplice esempio, che estrae la radice di un numero finché non diventa uno (da usare con massimo 6 decimali o rischiate impallamenti!):

A V    inizio programma
  S    immettere numero da estrarre   
B <M   B in M
B/W    etichetta di salto cond    
B sqrt radice di B
A #    stampa A   
B ><   scambia B con A   
cost 1
C <M   M in C   
B >A   B in A   
C -    A - C   
C/W    Salto a B/W   
/ #    nuova linea
  V    fine programma

Il salto non avviene quando A originale è zero, ma quando è uno, grazie alla sottrazione.

Adesso conoscete tutto ciò che vi serve per fare semplici programmi per l’Olivetti Programma 101. Andiamo a vedere degli esercizi, qualche piccolo trucchetto e qualche testo per diventare provetti programmatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *